Magione We tra arte ed educazione alla cittadinanza attiva. Così la scuola si apre alla città

Integrazione sociale per educare grandi e piccoli alla cittadinanza attiva, al rispetto degli spazi collettivi e al piacere del fare arte insieme, è il “Magione We – La scuola che diventa piazza”. Il progetto curato da CLAC, in collaboraziobe con l’Istituto comprensivo Amari-Roncalli-Ferrara di Piazza Magione e con il sostegno di MIBACT e MIUR è partito il 30 settembre e si concluderà il 12 novembre.

“Il We del titolo sta per NOI, a sottolineare la valenza comunitaria del progetto ma anche per week-end” – dichiarano gli ideatori della manifestazione – che per cinque fine settimana aprirà la Scuola alla città.

In programma attività artistiche “community-based” nel cortile e nel giardino dell’Istituto Amari-Roncalli-Ferrara, ridisegnati e resi accessibili a tutti per l’occasione. Tanti gli artisti coinvolti a sottolineare il ruolo delle pratiche artistiche nei processi di integrazione sociale: da Jerusa Barros ad Alberto Nicolino, a Stefania Galegati Shines, a Igor Scalisi Palminteri, agli acrobati e giocolieri di Circ’Opificio e Circ’All.

Si è partiti, lo scorso 30 settembre, con la festa inaugurale e il re-styling del cortile della scuola coinvolta, ma sono numerosissimi gli eventi in programma nei week-end di Magione We”sotto gli alberi del giardino si svolgeranno laboratori di narrazione in cui si intrecceranno fiabe popolari e storie del quartiere, ma anche laboratori musicali con momenti di ascolto guidato e danze, rassegne di circo contemporaneo con gli spettacoli degli attori, ballerini, acrobati, mimi e clown di Circ’Opificio e Circ’All, e molto altro.

“Pensiamo che aprire gli spazi e creare occasioni libere e gratuite di partecipazione culturale sia lo strumento più importante per educare grandi e piccoli alla cittadinanza attiva, al rispetto degli spazi collettivi, al piacere del fare arte insieme – afferma Cristina Alga – project manager e co-founder dell’associazione CLAC che ha curato il progetto”.  Questo progetto – aggiunge Lucia Sorce, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Amari – Roncalli – Ferrara – segue la scia e la vision del Patto per il territorio Stazione-Magione-Kalsa, sottoscritto dal Comune di Palermo. La scuola sarà aperta nel pomeriggio e durante i week end per accogliere bambini, adulti, famiglie e cittadini curiosi ma soprattutto per rafforzare il “WE”, quel NOI che significa “rete”, che sottintende “fare squadra”, che auspica “ricerca di soluzioni condivise”, che spera nel reiterarsi delle buone pratiche sperimentate, una volta conclusosi il progetto”.

Per visionare il programma completo delle manifestazioni in programma potrete iscrivervi al gruppo facebook dedicato MAGIONE WE.

Questo slideshow richiede JavaScript.