Messaggeri di una Palermo che pensa agli altri? Fatto!

00Maghweb da due anni scava nella realtà palermitana e non solo, cerca storie da raccontarvi, eventi, progetti virtuosi ed in genere tutte quelle azioni pensate bene per fare bene. Vi abbiamo parlato di tanti sorrisi, di tante chance offerte e da offrire, lentamente ci siamo presentati a questa città come quei curiosi che cercano sempre qualcosa di nuovo da portare all’attenzione del pubblico.
Abbiamo conosciuto, e fatto conoscere, persone, associazioni, organizzazioni, gruppi auto-organizzati, iniziative locali e internazionali, festival, storie d’integrazione, di solidarietà, di umanità e ci piace stupirci come ogni giorno può diventare una buona occasione per essere investiti di nuove emozioni. Come quella vissuta nelle ultime ore che ci ha restituito grande energia, che ci permette di continuare nel nostro lavoro più travolgenti e sempre più convinti di ciò che stiamo facendo.

Una settimana fa, una persona, della quale manterremo l’identità segreta così come ci ha richiesto, decide di voler fare qualcosa d’importante per questa città. Ci contatta e ci chiede di illustrargli le varie realtà che lavorano a Palermo, dal basso, nei quartieri, ci chiede di parlargli del lavoro che fanno, come lo sviluppano, quanta gente beneficia del loro agire quotidiano, da quanto tempo lo fanno e inizia a prendere informazioni a riguardo. Noi, per vocazione, gli parliamo di Palermo e delle sue azioni sociali, della Palermo che si batte e si sbatte ogni giorno lungo un percorso fatto di difficoltà, il tutto per rendere questa città un posto più dignitoso, più bello, più a dimensione di cittadino. Rispondiamo alle sue domande, proviamo a dirimere i suoi dubbi e a darle una visione panoramica più ampia e dettagliata possibile.
Perchè ci chiede questo?!
Perchè a breve sarebbe arrivato il suo compleanno, e avrebbe chiesto a tutti i suoi amici ed invitati di non spendere denaro in regali, ma di canalizzare tutto in un’offerta collettiva da devolvere a una delle organizzazioni che lavorano sul territorio.

Così, una settimana dopo veniamo ricontattati, incontriamo nuovamente questa persona che ci porge una busta dall’inequivocabile contenuto: denaro. 02
La cifra non è importante, ciò che importa davvero è che ci chiede di portarli alla responsabile dell’associazione da lei prescelta. Ha voluto donare questi soldi all’associazione ‘San Giovanni Apostolo’ ONLUS, una realtà che nasce nel 1998 dall’iniziativa di un gruppo di mamme che decidono di prendersi cura del proprio quartiere e che negli anni si è radicata territorialmente, sopravvivendo alle mille insidie del tempo arrivando oggi a lavorare nei quartieri CEP-San Giovanni Apostolo, Uditore, Cruillas e Borgo Nuovo, con risultati eccellenti e una passione fuori dal normale.

La bellezza è un motore trainante, la gentilezza e la percezione dell’altro sono la strada su cui questo motore può ruggire. Non riusciamo, nè vogliamo, nascondere il piacere che ci ha portato il poter essere fautori di questa connessione e l’aver potuto guardare il volto di Antonietta, responsabile dell’associazione ‘San Giovanni Apostolo’, quando ha aperto quella busta, quando ha realizzato che tutta la fatica e tutte le difficoltà che quotidianamente lei e i suoi collaboratori affrontano senza cedere di un millimetro, non sono vani, anzi tutt’altro, vengono apprezzati, valorizzati, ammirati e supportati dai suoi concittadini.
Quel volto, quell’espressione, vogliamo condividerla con tutti voi.

01Allora ci auguriamo soltanto che la bellezza non abbandoni questi luoghi, che la condivisione non abbandoni mai Palermo e che ci si possa sempre ricordare di quanto la felicità del tuo vicino non è per nulla separata dalla tua, anzi, ne é diretta conseguenza.