La bellezza salverà il mondo, la musica lo renderà migliore

CPIl Genio di Palermo è il nume tutelare nonché uno degli emblemi della città, ma se a seguire si aggiunge la celeberrima frase “La bellezza salverà il mondo” affermata dal principe Miškin ne “L’Idiota” di Dostoevskij si parla anche di un progetto che coinvolge la I circoscrizione del capoluogo siciliano ed una grande fetta dei suoi abitanti.
“Il Genio di Palermo. La bellezza salverà il mondo” è un progetto start up di intervento di sviluppo locale, che mira alla sperimentazione e alla realizzazione di un Distretto Sociale Evoluto, un sistema che incentivi la coesione sociale, lo sviluppo economico e culturale, attraverso quelli che vengono chiamati ‘beni comuni intangibili’ come: il capitale sociale, il capitale di talenti, di competenze e di conoscenze presenti sul territorio, l’identità collettiva, il sentimento di fiducia, la cultura di resistenza e di contrasto all’illegalità e alla criminalità organizzata.

I promotori dell’idea dicono: “Ricostruire in modo partecipato i desideri delle Comunità locali significa, altresì, imprimere un impulso al cambiamento e allo sviluppo locale e, di fatto, ampliare il capitale intangibile. La leva culturale è attivatore sociale per coltivare il senso di virtuosa appartenenza alla comunità e valorizzare talenti, conoscenze, tesori storici, artistici e monumentali del territorio.

Il progetto è stato finanziato dalla Fondazione CON IL SUD ed ha visto affiancare all’ente promotore e capofila “Parrocchia S. Mamiliano”,un’ampia rete di attori locali: dalla Caritas alla Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, e poi diverse società, cooperative, musei e associazioni. Ognuno destinato a curare fasi o attività precise, con le proprie professionalità e il proprio bagaglio esperienziale, in un lavoro di rete fondamentale per ridare a Palermo la dimensione che le compete.

29

L’Orchestra e Coro Infantile Quattrocanti nel Bosco della Ficuzza

Tra le varie attività territoriali che formano l’impalcatura del progetto, non può lasciare indifferenti quella costruita e gestita dall’associazione Talità Kum Onlus: l’Orchestra e Coro Infantile “Quattrocanti”. Una straordinaria compagine, composta da quasi 100 elementi: 50 voci bianche e 45 musicisti, di 8 etnie differenti. L’orchestra Quattrocanti adotta il sistema educativo del maestro venezuelano José Antonio Abreu, che tramite la disciplina musicale, la dedizione e l’impegno ha strappato generazioni intere alle logiche nichiliste ed ultraviolente dei barrios di Caracas. Non si parla quindi di un metodo dalla sola valenza artistica o didattica, ma tramite esso la musica diventa locomotiva per il riscatto sociale e intellettuale di chi sarebbe, altrimenti, destinato alla povertà o alla criminalità.

“El Sistema”, ideato nel 1975, è un modello didattico musicale che consiste in una metodologia di educazione musicale pubblica, diffusa e capillare, con accesso gratuito e libero per bambini e ragazzi di tutti i ceti sociali, e con un effetto “a cascata” che permette a chi oggi è allievo di diventare maestro domani, restituendo in forma di aiuto sociale il capitale umano di cui è stato beneficiario.

Maghweb ha seguito da vicino l’Orchestra “Quattrocanti”, toccando con mano l’energia che sprigionano questi ragazzi quando imbracciano gli strumenti, osservando la demolizione di ogni barriera, linguistica o culturale, assistendo ad un processo continuo, ma non ossessivo, di integrazione sociale e di rispetto reciproco, la percezione dell’altro come arricchimento e non come ostacolo, come elemento fondamentale, come strumento imprescindibile di un’orchestra, che altrimenti sarebbe un triste assolo.

« 1 di 2 »

Il nostro ambizioso proposito è quello di trasferire “El Sistema” dalle favelas al centro storico di Palermo” è ciò che dicono dall’Associazione Talità Kum Onlus, e nell’attesa di capire se ciò si è tramutato in una auspicabile realtà ad ogni bambino è stato messo a disposizione uno strumento, che è diventato un amico con il quale interagire e instaurare una relazione di fiducia, con cui iniziare un percorso alla scoperta del proprio talento o semplicemente della propria sensibilità.

L’esistenza di un polo aggregativo come l’orchestra offre ai ragazzi un’alternativa concreta alla noia domestica o alla strada e permette alle famiglie di non dover abbandonare il lavoro per stare con i figli, importante passo verso l’evoluzione economica e culturale di un territorio, come da progetto.

L’Orchestra e Coro Infantile “Quattrocanti” ha già dato parecchie soddisfazioni ai suoi piccoli interpreti, portandoli ad esibirsi su palcoscenici importanti, come la platea del Castello Sforzesco a Milano o la ‘Festa della Musica’, evento di importanza nazionale che riceve l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica.

Maghweb ha curato un piccolo documentario sull’Orchestra e Coro Infantile “Quattrocanti” di Palermo che vi proponiamo qui di seguito.