Convocato a Palermo il Tribunale Permanente dei Popoli: diritti dei migranti violati. Alla società civile il compito di denunciare

Sono oltre 40 le organizzazioni siciliane che per il prossimo 18 dicembre hanno convocato a Palermo il Tribunale Permanente dei Popoli. Si tratta di un’istituzione che si propone di dare visibilità e voce a quei popoli vittime di violazioni dei diritti fondamentali enunciati nella Dichiarazione Universale dei Diritti dei Popoli (Algeri, 1976), marginalizzati dal diritto internazionale.

L’evento – si legge nella nota diffusa dalle organizzazioni promotrici – sarà l’occasione per aprire un’indagine sui crimini in cui il governo italiano è coinvolto nell’ambito delle recenti politiche fondate sugli accordi coi paesi di origine e transito dei migranti, espressione della politica delle frontiere dettata dall’Unione europea. Crimini e responsabilità complesse ma dimostrabili, sulle quali le organizzazioni che in rete hanno convocato il Tribunale vogliono indagare.

Dal 18 al 20 dicembre Palermo ospiterà, nell’ambito della Sessione sui diritti delle persone migranti e rifugiate, inaugurata a Barcellona lo scorso luglio 2017, un’assemblea sulle politiche di frontiera promosse dal governo italiano. In questa occasione testimoni ed esperti da tutto il mondo saranno chiamati a presentare le loro analisi sulle cause e le modalità di queste violazioni, denunciando all’opinione pubblica mondiale i loro autori.

“Un’iniziativa importante – ha affermato  l’Avvocato di ADIF – Associazione Diritti e Frontiere,  Fulvio Vassallo Paleologo  in un momento storico in cui assistiamo ad un forte smottamento da parte dell’opinione pubblica verso posizioni negazioniste e populiste. “È in corso un vero e proprio sterminio di migranti, che muoiono per effetto delle politiche europee e italiane. Sono solo gli ultimi, in ordine di tempo, gli eventi che hanno visto la morte in mare per la modalità del soccorso operato dalla Guardia Costiera libica e poi abbandonato all’intervento delle ong sotto il coordinamento della Guardia costiera italiana. Finché gli accordi saranno fatti tra autorità e Stati che non rispettano i diritti delle persone, questi diritti saranno fortemente esposti ad essere violati. E noi questo lo dobbiamo denunciare”.

Per adesioni e contatti: palermotpp@gmail.com

Associazioni organizzatrici:

Addio Pizzo – Palermo
A.p.s. Maghweb
ARCI Sicilia
Arci Porco Rosso
Arte Migrante – Palermo
Associazione ADDUMA Palermo
Associazione contro le discriminazioni razziali Noureddine Adnane
Associazione Diritti e Frontiere – ADIF
Associazione Giocherenda
Associazione Handala
Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione – Palermo
Associazione “Pellegrino della terra” Onlus
Associazione PRO.VI.DE-Regina della Pace onlus
Associazione Pluralia – Palermo
Borderline Sicilia
Caritas di Palermo-Area Mondialità
Casa della Cultura Araba – Al QUDS
Centro Astalli Palermo
Centro Diaconale La Noce – Istituto Valdese
Centro Italiano Aiuti all’Infanzia/CIAI Palermo
Centro Salesiano Santa Chiara
Clinica Legale per i Diritti Umani- Cledu
Comitato Antirazzista Cobas Palermo
Cooperazione Internazionale Sud Sud – CISS
Coordinamento Antitratta di Palermo
Emmaus Palermo Onlus
Festival delle Letterature Migranti
Forum Antirazzista Palermo
Istituto di Formazione Politica “Pedro Arrupe” – Centro Studi Sociali
Laici Missionari Comboniani -Palermo
Libera – Palermo
La Migration sportello immigrati Lgbti
L’Altro Diritto Sicilia
Mediterraneo Antirazzista
Missionari Comboniani Palermo
Moltivolti
Movimento Internazionale della Riconciliazione/ MIR  – Palermo
Osservatorio Migrazioni
Per esempio Onlus
ROMpiamo i pregiudizi
Refugees Welcome Gruppo territoriale Palermo
Ufficio Migranti – CGIL Palermo
Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato” – Palermo
GRIS Sicilia
Associazione Caleudoscopio – laboratorio per la crescita sociale Palermo
Associazione LAB.ZEN 2 Palermo
Associazione di volontariato “Donne di Benin City Palermo”
Associazione per i Diritti umani
Cobas Scuola Palermo
Associazione culturale Gammazita – Catania
Associazione SEND
Coordinamento antiviolenza 21luglio Palermo
Istituto Mediterraneo di Studi Internazionali – Palermo
Le Onde Onlus – Centro Antiviolenza
Centro Studi “Paolo Borsellino” – Palermo
Human Rights Youth Organization HRYO – Palermo
UpPalermo
Carovane Migranti
Associazione Diritti e Frontiere
Osservatorio Carta di Milano – La solidarietà non è un reato”
Rete femminista “No muri, no recinti” – Casa delle donne di Milano
Rete Milano Senza Frontiere