Campagna Nastro Rosa: visite gratuite per prevenire il tumore al seno

Parlarne apertamente, senza paure, per rendere la prevenzione un normale momento della routine nella vita di ogni donna. È forse il primo passo per sensibilizzare un numero sempre più ampio di giovani e meno giovani sull’importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori al seno.

Anche quest’ottobre la campagna “LILT for Women – Campagna Nastro Rosa 2016”, giunta alla XXIV edizione, si propone di informare il pubblico femminile sui controlli diagnostici da effettuare e sugli stili di vita sani da adottare, per responsabilizzare sempre più le donne su questa problematica.

La sezione palermitana della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori ha aderito alla Campagna Nastro Rosa e anche per il 2016 verranno effettuate visite senologiche gratuite, che sono state spostate al mese di novembre 2016 a causa dei lavori di manutenzione straordinaria disposti dal Comune di Palermo negli ambulatori dell’associazione. Per le prenotazioni basterà chiamare dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 12:00, il numero 0916165777 o scrivete all’indirizzo mail: legatumori.pa@gmail.com.prevenzione tumore al seno

I numeri del tumore al seno
Il tumore alla mammella resta il big killer numero uno per il genere femminile. La sua incidenza è in costante crescita, in Italia ogni anno sono più di 41 mila le donne che si ammalano. In particolare il tumore al seno registra un aumento tra le giovani donne, in età compresa tra i 25 e i 44 anni, l’incremento è stato di circa il 29%. Si tratta di una fascia di età “esclusa” dal programma di screening previsto dal Servizio Sanitario Nazionale riservato alle donne di età compresa tra i 50 ed i 69 anni. Per questo è fondamentale che tutte le donne si sottopongano a visite senologiche periodiche e, dai 40 anni di età è consigliabile che effettuino adeguati controlli diagnosticostrumentali.

Guarigione oltre il 90%
Fortunatamente negli ultimi anni la mortalità per cancro alla mammella è in costante diminuzione. Le nuove tecnologie diagnostiche di imaging, sempre più precise e sofisticate consentono di individuare lesioni in fase iniziale e in questi casi la probabilità di guarigione dal cancro del seno si attesta intorno all’85-90%. E questo grazie ad una sempre più corretta informazione e una maggiore sensibilizzazione verso la diagnosi precoce, che si è rivelata strategicamente determinante e vincente per il successo in termini di guaribilità. Ma si potrebbe già parlare di una guaribilità del 98% del tumore al seno se tutte le donne eseguissero i relativi previsti esami per una diagnosi sempre più precoce.