Buon compleanno, Pace!

Gerard Holtom simbolo pace maghweb accadde oggi

Gerard Holtom

Tutti noi abbiamo ben chiara nelle nostre menti l’immagine del simbolo della Pace.

Probabilmente, però, quasi nessuno sa chi ha ideato il simbolo e quando; proprio di questo vogliamo parlare oggi.

Sono passati, infatti, esattamente 59 anni da quando, il 21 febbraio 1958, l’artista inglese Gerard Holtom ideò il simbolo che tutti noi conosciamo e che vediamo campeggiare in striscioni e cartelli nelle varie manifestazioni contro la guerra. Holtom, laureato al Royal College Art, fu obiettore di coscienza durante la Seconda Guerra Mondiale.

Ma come nasce il simbolo? In origine il simbolo era stato ideato in occasione della prima marcia di Aldermaston, una manifestazione organizzata per la campagna di disarmo nucleare.

Holtom era riuscito a convincere il Direct Action Committee Against Nuclear War (Dac) della necessità di dare al movimento per il disarmo un unico simbolo sotto cui tutti i membri potevano riconoscersi. Così, l’artista decise di creare un disegno dallo stile semplice e facilmente riproducibile. Come dichiarò lui stesso, le tre linee sono la sovrapposizione delle lettere N e D, ovvero “Nuclear Disarmament”, prese dall’alfabeto semaforico. Il cerchio, invece, simboleggia la Terra.

In realtà inizialmente l’idea era diversa: Holtom aveva, infatti,  immaginato il simbolo della pace con le linee divergenti rivolte verso l’alto. Secondo l’artista, così facendo, il logo avrebbe ricordato la posizione di un essere umano che solleva le braccia in preda alla disperazione, prendendo spunto dall’uomo davanti al plotone di esecuzione raffigurato da Francisco Goya nel dipinto “Il 3 maggio 1808“. Un’immagine decisamente cupa, che però nasceva in un periodo in cui il mondo vedeva lo spettro di una guerra nucleare.

All’ultimo momento, l’artista decise di abbandonare ogni simbologia negativa e rovesciò il disegno originale. In effetti, così come lo conosciamo oggi, il simbolo con il circolo e le tre linee trasmette un messaggio ben lontano dalla rassegnazione.  Nel giro di pochi anni il simbolo della pace fu adottato senza ostacoli dai movimenti pacifisti di tutto il mondo, merito del fatto che Holtom si rifiutò sempre di proteggere la propria creazione per mezzo del copyright.

La maggiore diffusione si iniziò ad avere negli anni ’60, in occasione delle proteste contro la guerra in Vietnam. Malgrado diverse opposizioni negli anni, basti pensare che il simbolo fu anche accusato di avere caratteristiche riconducibili alla simbologia satanica, il simbolo è arrivato ai giorni nostri e, ancora oggi, è il logo a cui tutti associamo messaggi di pace, sperando che un giorno un mondo di pace diventi realtà.